Libero arbitrio

Era una mattina strana. Appena sveglio si affacciò alla finestra e vide che tutto era coperto da un sottile strato di nebbia, che sembrava aderire perfettamente ai contorni delle cose, delle persone. Un po’ inquietato, con un’inspiegabile sensazione di avvilimento, si preparò per andare a lavoro. Uscì di casa e si chiuse la porta alle…

Microstorie del 13/01

Shinigami Lo odiavo con tutto il cuore e lo volevo vedere morto. Mi concentrai così tanto a tutte le cose brutte che volevo gli capitassero…che lo vidi infine collassare per terra, senza respiro! <<Toh, funziona!>>, esclamai ballando trionfante sul suo cadavere. Logout Carletto era molto popolare, di ampie vedute e illimitati interessi: accanito opinionista, discuteva…

Dai ricordi di N. Evermore

Percorrevo lande desolate su un destriero chiamato Disperanza. Ero in buona compagnia, Peste e Morte alla mia destra, Guerra e Carestia dall’altro lato.   Venivamo nel mondo a giudicare…   Il mio nome è Solitudine. La mia funzione in questo gruppo sgangherato? A volte sono causa, altre il giudizio ultimo, altre ancora conseguenza. Non ricopro…

Microstorie del 27/09 -#3-

Blocco La strada era sbarrata da una montagna. Provò inizialmente a spostarla, poi a scalarla e infine, frustrato, la prese a pugni. Il Narratore si arrese, coricandosi nel suo letto di paranoie: avrebbe riprovato solo l’indomani. E’ finita? 20/05/2023, ore 11:34. I due fratelli sbirciarono dalla finestra: nel buio sempre più opprimente, la gente si…